problems clearing cache file /home/user/user0287/cache/refTableSQL/.pureftpd-upload.552654fe.15.2d2d.d477546d La Caritas a Orienta Sicilia 2017 problems clearing cache file /home/user/user0287/cache/refTableSQL/.pureftpd-upload.552654fe.15.2d2d.d477546d
Errore
  • JFTP::delete: Bad response
  • JFTP::delete: Bad response
  • JFTP::delete: Bad response
  • JFTP::delete: Bad response
problems clearing cache file /home/user/user0287/cache/refTableSQL/.pureftpd-upload.552654fe.15.2d2d.d477546d
La Caritas a Orienta Sicilia 2017 PDF Stampa E-mail

Logo Orienta sicilia

 

Una scelta che cambia la vita, tua e degli altri.

di Giuseppe Giambusso

 

Si è svolta a Palermo il 17, 18 e 19 ottobre 2017 la 15 ͣ  edizione di Orienta Sicilia presso il "Polo fieristico Aster".

La Fiera è stata un’opportunità per i ragazzi che frequentano le ultime classi degli Istituti Superiori e delle scuole medie di sperimentare percorsi di orientamento alla scelta consapevole degli studi da intraprendere.

Tra i workshop era presente anche Il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, che ha presentato le finalità e gli obiettivi del Servizio Civile Universale, nonché le opportunità offerte dai progetti e dalle attività anche con riferimento al territorio siciliano, avvalendosi delle testimonianze dei giovani volontari di vari enti (Comune di Palermo, UNPLI, UNITALSI, ACLI, VIDES e CARITAS) impegnati a realizzare progetti di Servizio Civile Universale in Sicilia.

La Caritas Diocesana di Palermo ha accolto con gioia la possibilità di promuovere il Servizio Civile Nazionale chiedendo a dei giovani di darne testimonianza diretta. L'entusiasmo messo dai ragazzi in servizio civile ha fatto in modo di rendere questa esperienza unica e coinvolgente. Gli studenti sono stati infine guidati, attraverso una simulazione dei colloqui, a capire quale ambito sia più adatto a loro e verso quale tipo di progetto indirizzare la loro attenzione.

 

La Caritas è l’organismo della Chiesa che ha come compito l’educare il singolo e la comunità cristiana a testimoniare la carità evangelica, a promuovere pace e giustizia. Non possiamo che condividere i valori e le finalità del Servizio Civile Nazionale, espresse chiaramente dalla legge 64 del 2001,  e crediamo fortemente che tale esperienza possa essere per i giovani un’occasione, non solo per contribuire al bene comune, ma nello stesso tempo, essere un percorso di crescita personale e comunitario nei valori della pace, solidarietà e giustizia.

In quest’ottica Il servizio civile in Caritas diventa un’opportunità di SERVIZIO, con un approccio promozionale, non solo a vantaggio delle persone che vivono sul territorio, ma soprattutto occasione di arricchimento per la persona che lo svolge.

L’esperienza proposta in caritas, parte dalla formazione, intesa sia come comunicazione e interscambio di competenze che come accompagnamento dei giovani verso i percorsi della solidarietà, prestando particolare attenzione alle richieste di senso che i giovani fanno alla società e ai modelli che essa propone. E’ occasione di informazione e presa di coscienza da parte dei ragazzi, riguardo i disagi del territorio. Operare nel sociale significa spesso entrare in relazione con cause di malessere che spesso provengono da una società che non solo continua a tollerare, ma a volte sembra alimentare la povertà.
Promuovere la cittadinanza attiva e responsabile diventa quindi l’obiettivo pedagogico: una cittadinanza capace di esprimere l’attenzione ai poveri e agli ultimi, non in termini di assistenza ma in termini di promozione e di conquista di diritti e opportunità.

L’educazione alla giustizia,  radicata nel vivere la dimensione teologica della Carità, e che  permetta all’esperienza di Servizio Civile di potersi inserire come sbocco vocazionale significativo nei percorsi educativi che accompagnano i giovani nella loro crescita umana.

Verso un orizzonte di Pace. Una Pace che trova nella ricerca della giustizia il fondamento e che si costruisca sulla ricerca del bene comune.

Per descrivere come questo si traduca in un anno in Servizio Civile in Caritas vorremmo riportare la testimonianze dataci da Alessio, Gaia e Vincenzo, dopo un anno trascorso con noi:

 

“Indipendentemente dalle differenti età, dalle condizioni sociali e culturali, dalle diverse ideologie politiche e religiose, il Servizio Civile [ in Caritas] dà, ogni anno, a tante persone la possibilità di rendersi strumento di carità, di osservare gente che agisce senza interessi, senza secondi fini, semplicemente per tendere una mano e sperare che venga afferrata. Ogni ragazzo che aderisce al progetto dovrà spesso trovarsi di fronte ai suoi limiti, alle numerose difficoltà che ciascun operato comporta, a compiti e mansioni che molte volte sembrano andare oltre a ciò che si trova scritto sul “contratto”. Abbiamo avuto la possibilità di soccorrere tanta gente, di ascoltarla, di provare a provvedere ai beni di prima necessità nell’attesa di un colloquio con l’operatore, di cucinare e servire ogni giorno i tavoli per un centinaio di persone che vengono a mangiare al centro di prima accoglienza. Abbiamo conosciuto, imparato, ascoltato, capito, fatto discernimento. Abbiamo partecipato a laboratori per la salvaguardia dell’ambiente, nelle scuole e nelle piazze. Abbiamo aiutato i numerosi immigrati che arrivano, con cadenza quasi regolare, al porto di Palermo, a volte anche ospitandoli  presso le nostre strutture e instaurando con loro un sincero rapporto di fratellanza attraverso le attività formative che ci siamo inventati per loro. Siamo stati accolti in un ambiente di lavoro sereno, dove l’obiettivo comune riesce a rimanere al di sopra delle incomprensioni e degli attriti comuni a qualsiasi gruppo. Siamo cresciuti, abbiamo imparato a sentirci parte di un tutto, di una grande famiglia che opera in tutto il mondo anche grazie agli incontri comunitari di Roma (Incontro del Papa con i volontari del Servizio Civile Nazionale) e Lamezia Terme (giornata di San Massimiliano). Anche alla fine di un percorso del genere, in cui viene a mancare un aspetto del quotidiano di cui chiunque sentirà la mancanza, sono tante le cose che rimangono e che potranno fungere da fondamenta per diventare, un giorno, cittadini migliori. Piccole pedine di un macrocosmo più grande che troppo spesso non riusciamo a comprendere, con cui entriamo anche in conflitto nel momento in cui ci rendiamo conto che ci sono tante, troppe persone molto più sfortunate di noi e cominciamo a chiederci perché.”

“L’augurio, di chi ha già dato il suo contributo e proverà a continuare a darlo ancora, è che ciascuno possa ritrovare sé stesso e ciò di cui ha davvero bisogno per costruire un futuro migliore, nel sorriso di un povero, nella preghiera di una vittima della tratta per strada, negli occhi pieni di speranza di un bambino italiano o straniero che sia. Lì, dove si mostra ogni giorno una minuscola parte di quel Mistero della vita che ci accompagna e continuerà a camminare dentro di noi.” (Alessio Garofalo)

 

“Invito tutti voi a provare un esperienza del genere, perché davvero io credo che questo cammino mi abbia cambiata, mi ha portato a toccare con mano la povertà e non mi riferisco solo alla povertà materiale ma ancora di più a quella spirituale. In questo percorso sono potuta entrare a contatto con diversi tipi di persone: senza tetto, immigrati, vittime di tratta e una cosa li accomunava tutti, il bisogno di essere ascoltati. La caritas mi ha insegnato proprio questo; a non fermarmi alle apparenze e ai pregiudizi, che a volte basta semplicemente soffermarsi ad  ascoltare e non semplicemente a sentire, che dare una mano e ricevere dei sorrisi arricchisce più di qualsiasi moneta. Vorrei potervi descrivere in poche parole questo ultimo anno trascorso insieme alla caritas e ai colleghi del servizio civile, ma ogni parola sarebbe troppo riduttiva. Il servizio civile è un'esperienza che cambia la vita, e il modo di vedere le cose, spero possiate scoprirlo con i vostri occhi.” (Gaia)

 

“L' esperienza è da poco terminata, la paura di ricominciare spaventa...ma con voi sarà  diverso non sarò solo  siamo una famiglia allargata dove l'esperienza vissuta ci da la possibilità di METTERCI IN GIOCO. Il servizio civile unisce, fortifica e aiuta a creare rapporti fantastici, amicizie indelebili nelle nostre vite... Adesso tocca a noi uscire e portare le nostre esperienze nella  strada del nostro quotidiano.

SEVIZIO CIVILE UN' ESPERIENZA CHE TI CAMBIA LA VITA? Io personalmente  sono cambiato, ho acquisito delle competenze che prima non avevo e che non avevo il coraggio di cercare.” (Vincenzo)


 
problems clearing cache file /home/user/user0287/cache/refTableSQL/.pureftpd-upload.552654fe.15.2d2d.d477546d

La Caritas a Orienta Sicilia 2017

  Una scelta che cambia la vita, tua e degli al...

Terra D'Amuri

    Quest’anno l’Arcidiocesi di Palermo ha vol...

Pubblicazione Graduatoria Servizio Civile 2017

        PUBBLICAZIONE GRADUATORIE SERVIZIO C...

Selezioni Servizio Civile 2017

BANDO SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2017 Calendar...

Servizio Civile 2017 alla Caritas di Palermo, approvati i progetti

          Il 24 maggio 2017 il Dipartimento...

Migranti e Nuove Schiavitù

  Migranti e nuove schiavitù. Quale risposta di...

Messaggio per la quaresima 2017

    La Parola è un Dono, l'Altro è un Dono   ...

  • La Caritas a Orienta Sicilia 2017

  • Terra D'Amuri

  • Pubblicazione Graduatoria Servizio Civile 2017

  • Selezioni Servizio Civile 2017

  • Servizio Civile 2017 alla Caritas di Palermo, approvati i progetti

  • Migranti e Nuove Schiavitù

  • Messaggio per la quaresima 2017



Iscriviti alla newsletter

per essere informato su notizie, eventi della Caritas diocesana di Palermo

Siti amici

Link Utili

2012 Caritas diocesana di Palermo - Credits

problems clearing cache file /home/user/user0287/cache/refTableSQL/.pureftpd-upload.552654fe.15.2d2d.d477546d